Indonesia, info utili

by Irina

DOVE STAI ANDANDO?

In un meraviglioso arcipelago di 17.000 isole, grande 2 milioni di km2 circa, popolato da oltre 200 milioni di persone di etnie e religioni diverse. Va da sé che dal punto di vista delle tradizioni e delle culture il panorama sia estremamente interessante, così come molto vari sono gli spettacoli naturali.
La religione predominante è quella mussulmana e la capitale è Jakarta.

QUAL’ È IL PERIODO MIGLIORE PER VISITARE L’INDONESIA?

Dipende…
Il clima è di tipo equatoriale, con temperature calde e costanti tutto l’anno che si aggirano intorno ai 28/30 gradi.
Molti vi suggeriranno di andarci solo durante la stagione secca, noi al contrario pensiamo che ogni periodo abbia i propri svantaggi e vantaggi.
La stagione secca va da aprile ad ottobre, il clima è caldo secco e la temperatura è leggermente più fresca rispetto alla stagione umida. I mesi più affollati sono luglio e  agosto. Maggio giugno e settembre sono altamente consigliati.
La stagione umida va da novembre a marzo, con clima caldo umido dovuto alle piogge tropicali.
Gli acquazzoni possono coglierti all’improvviso, quindi devi essere provvisto di un impermeabile o se giri in moto di una mantella. Occorre anche armarsi di pazienza e attendere che la pioggia cessi o diminuisca, magari riparandosi a bere un buon succo di frutta fresca…
La tranquillità è la ragione principale per venire nel periodo delle piogge, il traffico infatti è decisamente meno congestionato e se prevedi di fare molte visite culturali non sarà la pioggia a fermarti, se invece intendi goderti solo il mare allora non è il periodo più adatto.
Attenzione se prevedi di venire a Bali devi controllare quando capita il giorno del silenzio, ovvero “Nyepi” in quanto chiudono l’aeroporto per 24 ore e non si può assolutamente girare per l’isola. Di solito capita a marzo.
I turisti sono liberi di fare ciò che vogliono all’interno dei loro hotel ma a nessuno è permesso di andare in spiaggia o per strada. In alcune zone anche i servizi Internet non funzionano. Se si rimane in casa si ha l’occasione di rilassarsi, leggere e di stare insieme.  È un momento di rara poesia che vale la pena di sperimentare.

COME CI ARRIVI?

Non ci sono voli intercontinentali diretti. Ci sono moltissime compagnie aeree valide, come Singapore Airlines, Thai Airways, Cathay Pacific, Qatar Airways, Emirates, Lufthansa, KLM o Malesia Airlines, senza contare la Garuda Indonesia, compagnia di bandiera.
La scelta dipende da dove parti e se prevedi di fare uno stop over di 2/3 giorni prima di arrivare a destinazione.

             PRIMA DI PARTIRE  

PASSAPORTO

Controlla che il passaporto abbia validità residua di almeno 6 mesi dalla data in cui entrerai in Indonesia e che abbia almeno una pagina libera per apporre il visto all’aeroporto.

VISTO

Periodi inferiori ai 30 giorni (30 non 31…)
Dal 2015 il visto turistico per noi italiani è  gratuito e viene stampato sul passaporto al tuo arrivo in aeroporto.
Si chiama Free Visa e non può essere esteso. Viene rilasciato allo sportello dell’immigrazione. Non deve essere confuso con il Visa on Arrival (VoA) che è a pagamento e viene rilasciato da un apposito sportello subito prima di arrivare a quello dell’immigrazione e che può essere esteso per altri 30 giorni.
Periodi SUPERIORI ai 30 giorni
Ci sono due modi.
Il primo è ottenere  il visto di 60 giorni presso l’Ambasciata di Indonesia a Roma, in una settimana circa andandoci personalmente, oppure con dei tempi più lunghi  servendoti di agenzie competenti nella tua città che invieranno il passaporto a Roma tramite corriere. Occorre  compilare un modulo, fornire una foto recente,  la fotocopia del biglietto aereo di andata e ritorno o l’operativo voli.
Il secondo è acquistare il visto valido 30 giorni all’aeroporto di arrivo in Indonesia, allo sportello VoA, Visa on Arrival.
Dovrai pagarlo 35 USD o 35 Euro e potrai rinnovarlo per altri 30 giorni una volta entrato nel paese. Per il rinnovo, che ha un costo di 35 USD è sufficiente andare in una delle tante agenzie per l’estensione del visto (Visa extension) o all’ufficio immigrazione. L’estensione viene data in una settimana circa ma consiglio di attivarsi dopo qualche giorno dal tuo arrivo. Dal momento che il passaporto sarà  all’ufficio immigrazione dovrai portare con te una fotocopia del passaporto in attesa del visto.

PATENTE INTERNAZIONALE

È obbligatoria, sia per la moto che per la macchina. La si deve ottenere  prima  di partire.
Le agenzie che affittano le moto potrebbero non chiederla, ma attenzione, si rischia di essere fermati e di pagare la multa.
Anche il casco per gli stranieri è d’obbligo, sia per il conducente che per il passeggero.
L’Indonesia in materia di patente internazionale si rifà al “modello Vienna 1968” che ha validità 3 anni dall’emissione (se la patente italiana non scade prima).

VACCINI

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie, ma sono altamente raccomandate quella per la febbre tifoide, il tetano e l’epatite A. In Indonesia sono rarissimi i casi di malaria per i turista, mentre esiste il rischio di contrarre la dengue fever, veicolata dalle zanzare tigre. Se capitasse di essere morsicati da un cane o gatto o da una scimmia dovete immediatamente fare il vaccino antirabbico, ma la situazione dei cani negli ultimi anni è notevolmente migliorata.

ASSICURAZIONE DI VIAGGIO

Raccomando di sottoscrivere un assicurazione medico/bagaglio che copra sia il bagaglio che le emergenze mediche oppure quella  medico/bagaglio/annullamento se volete essere risarciti in caso di annullamento del volo.

È BUONA NORMA FOTOCOPIARE TUTTI I DOCUMENTI IN TUO POSSESSO E TENERLI SEPARATI DAGLI ORIGINALI. PORTA CON TE ANCHE UN PAIO DI FOTOTESSERA.

UNA VOLTA ARRIVATO

FUSO ORARIO RISPETTO ALL’ITALIA

Bali e Lombok: + 6 con l’ora legale, + 7 ore con l’ora solare.
Java (Jakarta e Yogyakarta) e Sumatra: + 5 ore con l’ora legale, + 6 ore con l’ora solare
Est Indonesia (Papua) : + 7 ore con l’ora legale, + 8 ore con l’ora solare.

PRESE ELETTRICHE

Il voltaggio elettrico è di 220 V con 50 Hz di frequenza.
Le prese elettriche sono di 3 tipi: C / F/ G.
Consiglio di munirsi di un adattatore universale con 4 porte USB per poter comodamente caricare telefoni e computer.

 

 

 

 

MONETA

La moneta ufficiale è la rupia indonesiana (IDR).
Dal momento che il cambio è molto fluttuante consiglio di consultare le tabelle di cambio al momento di partire. (1 Euro può valere dalle 14.500 alle 17.500 IDR a seconda del momento).
Quando si utilizza la carta di credito vengono applicate delle commissioni quindi consiglio di portare dei contanti, anche perché non è sempre possibile pagare con la carta. Si possono prelevare contanti agli sportelli ATM ma non sempre tutte le carte vengono accettate e soprattutto nelle piccole isole capita che il denaro erogato dagli ATM ad un certo punto finisca.
Cambia sempre i contanti negli Authorized Money Changers che non percepiscono alcuna commissione e sono più sicuri. Conta sempre il denaro ricevuto davanti allo sportello.
Porta sempre con te banconote da piccolo taglio – 2.000 rupie per il parcheggio della moto,  5.000 o 10.000 rupie per le mance.
È possibile effettuare sia il cambio Dollaro USA/Rupia che quello Euro/Rupia.

TELEFONATE

Assolutamente consigliato l’acquisto di una scheda SIM locale sia per telefonare che per internet.
I costi sono irrisori e permettono di contattare gli autisti da qualunque luogo.
Puoi scaricare App utili per taxi online che ti faranno risparmiare tempo e denaro. La compagnia più diffusa e con migliori coperture è la Telekomsel.
Prefisso dall’Italia all’Indonesia: 0062 oppure +62
Prefisso dall’Indonesia all’Italia: 0039 oppure +39

COME MUOVERSI

Rispetto ad altri paesi del sud-est asiatico il sistema dei trasporti pubblici per i turisti è piuttosto scarso.

Moto
Il miglior modo per muoversi, soprattutto a Bali e nelle isole vicine è quello di noleggiare uno scooter così da evitare di rimanere intrappolati nel traffico e per poter prendere le scorciatoie in mezzo alla natura. Devi però essere un guidatore esperto, in quanto il traffico può risultare caotico e piuttosto aggressivo.
A Bali vige la regola che il primo che entra ha il diritto di precedenza, anche se si intrufola dal cortile di casa. Chi sta dietro deve necessariamente rallentare. C’è di buono che nessuno va particolarmente veloce e quindi il gioco degli incastri inspiegabilmente riesce quasi sempre.
Si può anche trovare un moto-driver o utilizzare le app di GO-JEK o GRAB,  entrambe le organizzazioni in alcune zone vengono fortemente osteggiate dagli altri autisti privati perché  di gran lunga più convenienti per il turista.

Taxi
I migliori sono i Blue Bird, chiedi sempre di utilizzare il tassametro prima di salire. Non in tutte le zone sono disponibili, per esempio a Ubud, Bali ci sono soltanto autisti privati che offrono i propri servizi e si fanno riconoscere con un cartello “taxi”. La contrattazione in questi casi è d’obbligo e deve essere fatta prima di salire.
Grab (compagnia che ha rilevato Uber) in teoria è legale, ma occorre essere molto discreti nell’utilizzarla perché in alcune aree del paese è decisamente osteggiata. Non farti notare mentre  guardi l’App e se qualcuno chiede dire che si aspetta il proprio driver.  Consiglio di non utilizzarla dall’aeroporto altrimenti vieni aggredito verbalmente e pesantemente dagli altri autisti e non è un bel buongiorno. Oppure puoi andare alle partenze invece che agli arrivi dove sei meno controllato.

Auto privata
Ci sono miriadi di autisti privati che offriranno il loro servizi. L’autista privato è un ottimo modo per visitare il paese, puoi creare con lui il tuo itinerario preferito e accettare i suoi suggerimenti sulla base delle distanze dei luoghi prescelti. Gli hotel o i proprietari della villa dove alloggi possono suggerirti il loro driver oppure puoi contattarli per strada.

RAPPRESENTANZE CONSOLARI

– Ambasciata d’Indonesia a Roma
Via Campania 53-55 -00187 Roma
Telefono: +39 06 4200911 – Fax: +39 06 4880280  –E-Mail: indorom@uni.net
– Ambasciata d’Italia a Jakarta   link: Ambasciata D’Italia – Jakarta
Jalan Diponegoro no. 45, Menteng –  Jakarta 10310, Indonesia
Tel (+62 21) 319.374.45 –    Ufficio Consolare: Tel./Fax (+62 21) 319.234.90
Per emergenze e se l’Ambasciata è chiusa (dalle 17.30 alle 9am) contattare il seguente cellulare:  0815.181.13.44                  (per chi chiama dall’Italia 0062 815.181.13.44).        E-mail: ambasciata.jakarta@esteri.it 
– Consolato Onorario d’Italia a Bali  link:  http://www.italconsbali.org
Lotus Enterprise Building Jl. Bypass Ngurah Rai 2C – Jimbaran – +62 361 701005

Per emergenze puoi anche consultare il SITO DELLA FARNESINA http://www.viaggiaresicuri.it/

PRECAUZIONI

Assicurati di non bere l’acqua del rubinetto e in zone poco turistiche anche il ghiaccio è sconsigliato.
Sei all’equatore, usa una crema solare altamente protettiva anche quando è nuvolo.
Per quanto riguarda il possesso di droga, pesante o leggera, vige un regime di tolleranza zero. Si rischiano anni di prigione ed è prevista la pena di morte in caso di spaccio.

FARMACIE  – Apotek in indonesiano

A Jakarta e Bali e nelle gradi città ci sono molte farmacie affidabili.
La catena della Kimia Farma  – www.kimiafarma.co.id  è  a parer mio la migliore, seguita dalle Guardian.

Mi sembra tutto… o quasi. Buon viaggio!

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

error: Content is protected !!